Aumenta il livello di internazionalizzazione delle imprese del settore distillatorio

Aumenta il livello di internazionalizzazione delle imprese del settore distillatorio

In base ai dati raccolti ed elaborati da Format Research, le pubblicati sull’Osservatorio sull’industria dei distillati aggiornato al III trimestre 2018, il livello di internazionalizzazione delle imprese del settore distillatorio risulta in crescita.

Grafico Internazionalizzazione imprese distillazione

Circa il 66% del fatturato delle imprese proviene dalle attività effettuate sul mercato domestico, e circa il 33% da quelle effettuate sui mercati esteri.

In particolare nei mesi centrali del 2018 si è registrato un incremento dell’attività di export (+1,2 verso i Paesi Europei, +1,1 verso i Paesi Extra Europei).

Nello specifico, i mercati extra europei presso i quali si registra un aumento di attività sono prevalentemente quelli del Nord America ed Est Europa non UE.

E il dato riguarda quasi tutto il settore della distilleria, dato che le imprese del comparto che hanno svolto attività con l’estero negli ultimi tre anni sono circa l’83%. Tale quota risulta in progressivo incremento da cinque anni a questa parte. Tra le imprese che hanno svolto attività con l’estero negli ultimi tre anni, la quasi totalità lo ha fatto tramite esportazioni dirette.

Le imprese dell’industria dei distillati che internazionalizzano lo fanno in via prioritaria al fine di raggiungere nuovi mercati al di fuori del territorio italiano.